Viaggiare per lavoro: le opportunità per vivere viaggiando (anche solo con il diploma)

newsletter

Vorresti fare un anno sabbatico prima di iniziare l’università? Oppure desideri una vita in cui poter sempre viaggiare, alla scoperta di nuove città, paesi e culture? Il termine nomade digitale sembra rappresentare a pieno le tue aspirazioni?

Di lavori tra cui poter scegliere ce ne sono tanti e per tutti i gusti!

Infatti il desiderio di fare quante più esperienze possibili accomuna moltissimi ragazzi, e per questo motivo nascono sempre più occasioni per vivere viaggiando (anche grazie ai social media e allo smart working). 

Vediamo quali sono le opportunità più interessanti!

Articoli correlati

ticketone

Partiamo da un grande classico: l’au pair.

Cos’è un au pair? È una figura che, in cambio di vitto e alloggio, va a vivere per un periodo (che generalmente va da qualche mese a un anno) in una famiglia ospitante in un paese estero. In cambio di quanto emarginato, l’au pair si impegna di prendersi cura dei bambini della famiglia, aiutarli con i compiti, portarli a scuola, al parco giochi, ad allenamento o a qualunque appuntamento possano avere. 

Molte persone fanno quest’esperienza prima di intraprendere la carriera universitaria ed è un’ottima occasione per imparare al meglio la lingua (che al momento della partenza dev’essere già ad un buon livello) e per immergersi a pieno in una cultura diversa dalla propria.

ticketone

Se invece il tuo sogno è quello di girare il mondo, incontrare centinaia di persone nuove ogni giorno e ti piace l’idea di essere a contatto con il pubblico, l’assistente di volo potrebbe essere il lavoro giusto per te!

Come diventare assistente di volo?

Innanzitutto bisogna avere dei requisiti di base, che sono:

  • Buona conoscenza dell’inglese e di almeno un’altra lingua
  • essere alti almeno 165cm per le donne e 170cm per gli uomini;
  • avere un diploma di istruzione secondaria superiore;
  • saper nuotare;
  • non avere tatuaggi e piercing visibili (anche se alcune compagnie stanno cambiando idea a riguardo).

Se questa descrizione ti rappresenta allora dovrai solo rispondere agli annunci e ai vari Recruitment day organizzati dalle compagnie e superare la loro fase di selezione.

Se la passerai sosterrai un corso di qualche mese che ti preparerà al lavoro e poi sarai pronto per volare!

Vorresti invece lavorare nel modo del digital? I prossimi saranno due lavori che potrebbero fare al caso tuo!

Primo: il copywriter.

Se ti piace scrivere, sei bravo nel fare ricerche e scoprire sempre nuove nicchie allora potrebbe essere il lavoro per te. Perché è un lavoro perfetto per viaggiare? Perché puoi farlo da dove vuoi! Molte aziende e agenzie cercano questo tipo di figura freelance, il che ti consentirà di spostarti e scoprire il mondo quando e come vorrai!

Il secondo lavoro nell’ambito digital, perfetto per chi vuole avere flessibilità nel viaggiare.

È l’esperto di SEO: requisiti fondamentali?

Avere grande attenzione per il mondo del web, tanta pazienza, una spiccata dote per la sintesi e una forte attitudine all’analisi dei dati, fondamentale poi seguire continui corsi di aggiornamento per affinare al meglio l’arte di keywords, serp, ranking e tutte quelle parole che, se ti interessa questo mondo, sicuramente conoscerai!

Se i computer invece non fanno assolutamente per te abbiamo ancora due suggerimenti.

Il primo fra questi è lavorare in fattoria.

In fattoria?! Sì, sembra strano ma è proprio così. Grazie al progetto WWOOF (World-Wide Opportunities on Organic Farms) che mette in contatto volontari e progetti rurali naturali promuovendo esperienze educative e culturali per contribuire a costruire una comunità globale sostenibile.

In cambio del vostro lavoro riceverete vitto e alloggio e avrete l’opportunità di vivere immersi nel tessuto sociale del luogo e lavorare a stretto contatto con la natura.

Le mete possibili sono tantissime e in tutto il mondo, dall’Australia al Messico passando per gli Stati Uniti e la Costa d’Avorio!

Chiudiamo questa lista (anche se potremmo andare avanti per ore) con un lavoro adatto a chi possiede forti social skills.

L’animatore nei villaggi turistici.

Puoi diventare animatore senza diploma ma è fortemente consigliato sapere bene almeno l’inglese (ma più lingue sai, meglio è!). È un lavoro che richiede molte energie ed è per lo più stagionale, il che significa che potrai, nell’arco dell’anno, avere periodi di vacanza più lunghi delle classiche ferie. In più potrai girare, nei mesi e negli anni, villaggi turistici in location lontane e sempre diverse, un’esperienza sicuramente molto stimolante!

Per molte persone l’idea di stare fermi sempre nello stesso posto può essere poco motivante, speriamo con questi spunti di avervi dato delle buone idee per il futuro della vostra carriera!

newsletter

Articoli correlati

Bentornato!

Accedi al tuo account

Recupera la tua password

Inserisci il tuo nome utente o indirizzo e-mail per reimpostare la password.