Traccia prima prova svolta: tema di attualità, lettera al ministro Bianchi

Stai per affrontare l’esame di maturità e vuoi sapere come svolgere la prima prova? In questo articolo troverai una traccia di attualità della Maturità 2023 svolta per te. Si tratta della lettera aperta al Ministro Bianchi sugli esami di maturità. 

Questa simulazione ti guiderà su come affrontare una traccia di attualità, aiutandoti nella preparazione dell’esame. Segui i nostri suggerimenti e scopri come sviluppare un tema di attualità in modo efficace e completo.

Leggi anche: Maturità, Prima Prova Tipologia C: come svolgere il tema di attualità

Traccia prima prova 2023 – Attualità, Proposta C1

Ecco la traccia così come si è presentata ai ragazzi che hanno affrontato l’Esame di Maturità nel 2023. 

LETTERA APERTA AL MINISTRO BIANCHI SUGLI ESAMI DI MATURITÀ (https://www.edscuola.eu/wordpress/?p=150602) 

«Gentile Ministro Bianchi,

 a quanto abbiamo letto, Lei sarebbe orientato a riproporre un esame di maturità senza gli scritti come lo scorso anno, quando molti degli stessi studenti, interpellati dai giornali, l’hanno giudicato più o meno una burletta. 

Nonostante i problemi causati dalla pandemia, per far svolgere gli scritti in sicurezza a fine anno molte aule sono libere per ospitare piccoli gruppi di candidati. E che l’esame debba essere una verifica seria e impegnativa è nell’interesse di tutti. In quello dei ragazzi – per cui deve costituire anche una porta di ingresso nell’età adulta – perché li spinge a esercitarsi e a studiare, anche affrontando quel tanto di ansia che conferma l’importanza di questo passaggio. Solo così potranno uscirne con soddisfazione. È nell’interesse della collettività, alla quale è doveroso garantire che alla promozione corrisponda una reale preparazione. Infine la scuola, che delle promozioni si assume la responsabilità, riacquisterebbe un po’ di quella credibilità che ha perso proprio scegliendo la via dell’indulgenza a compenso della sua frequente inadeguatezza nel formare culturalmente e umanamente le nuove generazioni.

Non si tratta quindi solo della reintroduzione delle prove scritte, per molte ragioni indispensabile (insieme alla garanzia che non si copi e non si faccia copiare, come accade massicciamente ogni anno); ma di trasmettere agli studenti il messaggio di serietà e di autorevolezza che in fondo si aspettano da parte degli adulti.» 

Nella Lettera aperta indirizzata nel dicembre 2021 al Professor Patrizio Bianchi, allora Ministro dell’Istruzione, i firmatari, illustri esponenti del mondo accademico e culturale italiano, hanno espresso una serie di riflessioni relative all’esame conclusivo del secondo ciclo di istruzione. Esponi il tuo punto di vista e confrontati in maniera critica con le tesi espresse nel testo. Puoi articolare il tuo elaborato in paragrafi opportunamente titolati e presentarlo con un titolo complessivo che ne esprima sinteticamente il contenuto. 

Svolgimento

Il valore delle prove scritte nell’esame di maturità

La lettera aperta indirizzata al Ministro Bianchi solleva questioni di primo piano riguardo la struttura dell’esame di maturità e l’importanza delle prove scritte. I firmatari sostengono che, nonostante le difficoltà causate dalla pandemia, le prove scritte rappresentano un elemento indispensabile per garantire una valutazione seria e impegnativa degli studenti e per questo ne vorrebbero la reintroduzione. Le prove scritte, sostengono, sono fondamentali non solo per il percorso educativo individuale ma anche per mantenere la credibilità del sistema scolastico.

L’importanza della valutazione rigorosa

Le prove scritte, infatti, offrono una valutazione accurata delle abilità di scrittura, di analisi critica e di organizzazione del pensiero. La capacità di argomentare in modo chiaro e coerente su carta è una competenza essenziale che gli studenti devono sviluppare per affrontare con successo le sfide future, sia accademiche che lavorative. 

L’inclusione degli scritti nell’esame di maturità garantisce che gli studenti siano valutati in modo completo e che la loro promozione corrisponda a una reale preparazione.

L’equilibrio tra scritti e orali

Nel dibattito sull’esame di maturità, è importante considerare l’equilibrio tra prove scritte e orali. La lettera aperta sottolinea la necessità di trasmettere un messaggio di serietà e autorevolezza agli studenti, ma questo non dovrebbe creare una dicotomia tra giovani e adulti. Piuttosto, è fondamentale che il sistema educativo favorisca una valutazione equilibrata, dove entrambe le modalità di esame – scritte e orali – abbiano un peso significativo e complementare.

Il colloquio orale permette di valutare altre competenze, come la capacità di esprimersi in modo chiaro e persuasivo, di pensare in modo critico e di rispondere a domande in tempo reale e con prontezza. Tuttavia, non dovrebbero sostituire le prove scritte, ma piuttosto integrarle per fornire un quadro completo delle competenze degli studenti.

L’impatto della pandemia e le misure straordinarie

La pandemia di COVID-19 ha posto sfide senza precedenti al sistema educativo. La necessità di garantire la sicurezza e la salute degli studenti ha portato a modifiche rilevanti negli esami di maturità degli ultimi anni, condensate nell’eliminazione delle prove scritte. Queste misure straordinarie erano giustificate dalle circostanze eccezionali, ma è d’obbligo chiedersi se siano ancora necessarie e se non vi siano delle alternative.

Con l’adozione di misure di sicurezza adeguate, come la suddivisione degli studenti in piccoli gruppi e l’uso di aule più ampie, è possibile reintrodurre le prove scritte in modo sicuro. Questo non solo rafforzerebbe la valutazione complessiva degli studenti, ma contribuirebbe anche a ristabilire la normalità e la continuità educativa.

La responsabilità della scuola e la credibilità del sistema educativo

Un punto centrale sollevato dalla lettera aperta è la responsabilità della scuola nel garantire che la promozione degli studenti corrisponda a una reale preparazione. La scuola ha il compito di formare culturalmente e umanamente le nuove generazioni, e una valutazione rigorosa attraverso le prove scritte è un modo per assicurare che questo obiettivo venga raggiunto.

La credibilità del sistema educativo dipende dalla serietà con cui vengono condotti gli esami. Eliminare le prove scritte potrebbe portare a una percezione di indulgenza e di abbassamento degli standard educativi, danneggiando la reputazione della scuola e riducendo la fiducia rispetto al valore dei diplomi ottenuti.

Considerazioni critiche e alternative di valutazione

Sebbene le prove scritte siano importanti, è anche necessario considerare una prospettiva critica sulle tesi esposte nella lettera. L’esame di maturità non dovrebbe essere ridotto esclusivamente alle prove scritte. È fondamentale adottare una valutazione multidimensionale che rifletta le diverse abilità degli studenti. Oltre alle prove scritte e orali, altre modalità di valutazione come progetti, attività pratiche e valutazioni formative durante l’anno scolastico possono offrire un’immagine più completa delle competenze degli studenti.

Ad esempio, progetti interdisciplinari possono valutare la capacità degli studenti di applicare conoscenze teoriche a situazioni pratiche, di lavorare in gruppo e di presentare il proprio lavoro in modo efficace. Le attività pratiche possono dimostrare le loro abilità tecniche e manuali, mentre le valutazioni formative durante l’anno permettono di monitorare il progresso e di fornire feedback continuo per migliorare.

Un’esperienza formativa integrata

La maturità è un momento che resta impresso nel percorso educativo degli studenti, rappresentando non solo la fine di un ciclo di studi, ma anche l’inizio di una nuova fase della loro vita. Affrontare l’esame di maturità dovrebbe essere visto come un’opportunità per dimostrare non solo le conoscenze acquisite, ma anche le competenze trasversali sviluppate nel corso degli anni.

In questo contesto, le prove scritte giocano un ruolo fondamentale, ma devono essere integrate in un’esperienza formativa più ampia. La preparazione all’esame dovrebbe includere momenti di riflessione personale, di confronto con i compagni e di sviluppo di strategie di studio efficaci. Questo approccio integrato non solo migliora la preparazione degli studenti, ma li aiuta anche a sviluppare una maggiore consapevolezza di sé e delle proprie capacità.

L’esperienza degli studenti e il loro punto di vista

Un aspetto critico della lettera aperta è la mancanza di coinvolgimento diretto degli studenti nel dibattito. Sebbene gli illustri firmatari abbiano espresso preoccupazioni valide, sarebbe opportuno considerare anche il punto di vista degli studenti, che sono i principali protagonisti dell’esame di maturità.

Gli studenti devono essere ascoltati e coinvolti nelle decisioni che riguardano il loro futuro. Sondaggi e consultazioni possono fornire preziosi feedback sulle loro esperienze e sulle loro aspettative riguardo l’esame di maturità. Questo approccio partecipativo può portare a soluzioni più equilibrate e condivise, che tengano conto delle diverse esigenze e preoccupazioni.

Conclusioni

In conclusione, il dibattito sull’inclusione delle prove scritte nell’esame di maturità richiede una riflessione attenta e bilanciata. Le prove scritte offrono una valutazione accurata delle competenze degli studenti e sono essenziali per mantenere la credibilità del sistema educativo. Tuttavia, è importante adottare una valutazione multidimensionale che rifletta la complessità delle abilità degli studenti.

La pandemia ha imposto dei cambiamenti, ma con l’adozione di misure di sicurezza adeguate, è possibile reintrodurre le prove scritte in modo sicuro. Coinvolgere gli studenti nel processo decisionale è fondamentale per assicurare che le soluzioni adottate siano equilibrate e rispondano alle loro esigenze.

L’esame di maturità dovrebbe essere un’esperienza formativa integrata, che prepari gli studenti non solo dal punto di vista scolastico, ma anche personale. Affrontare le prove scritte con impegno e serietà può contribuire a questa crescita, offrendo loro una solida base per affrontare le sfide future.

Conclusioni

Abbiamo concluso la nostra simulazione della traccia di prima prova sulla lettera aperta al Ministro Bianchi sugli esami di maturità, affrontata dagli studenti della Maturità 2023. Speriamo che questo esempio ti abbia fornito una chiara comprensione su come affrontare un tema di attualità. Continua a studiare con impegno e a fare altre simulazioni: è il modo migliore per arrivare preparato all’esame. Buon studio e buona fortuna per il tuo esame!

Leggi anche:

Accedi

[mepr-login-form use_redirect="true"]

Registrati

Accedi o Registrati

Il Manuale di Sopravvivenza alla Maturità 2024

Sta per arrivare il manuale che ha aiutato decine di migliaia di maturandi.

Iscriviti alla lista d’attesa per sapere quando sarà disponibile.