Seconda prova Maturità 2024: date e svolgimento, la guida completa

Pronto per la Seconda Prova della Maturità? In questa guida, ti accompagneremo attraverso le date, lo svolgimento e il voto di questa importante fase del tuo percorso scolastico. 

Scopriremo insieme come affrontare al meglio la Seconda Prova della Maturità 2024, che sia per il liceo scientifico o per altre specializzazioni, e ti daremo tutti i consigli necessari per affrontarla. Iniziamo!

Seconda Prova Maturità 2024: data

La data della Seconda Prova di Maturità 2024 è stata fissata per giovedì 20 giugno, con inizio alle ore 8:30. La Seconda Prova arriva subito dopo l’emozionante avvio della Maturità, che hai affrontato con la Prima Prova il giorno precedente. 

È un passaggio fondamentale, che richiede focus e preparazione, su una materia specifica che è quella più importante del tuo percorso di scuola superiore. 

Lo svolgimento della Seconda Prova 

Ma cosa accadrà il 20 giugno? Più o meno quello che succede anche durante la prima prova.

Solitamente entrerai nella stessa aula dove si è già svolta la prima prova e avrai a disposizione un banco tutto per te dove poterti sistemare. Ogni banco sarà distanziato dagli altri in modo da evitare sia distrazioni sia copiature. 

La durata della seconda prova varia in base all’indirizzo scolastico. 

Ad esempio, nel liceo classico, scientifico e linguistico, la seconda prova ha una durata di 6 ore. Negli istituti tecnici e professionali può durare anche 12 ore o più giorni per consentire lo svolgimento di parti pratiche. 

Il giorno della prova, i professori aprono il plico telematico contenente le tracce della Seconda Prova della Maturità 2024, che sono uguali per tutta Italia ma diverse in base alla disciplina. 

Puoi portare con te alcuni materiali consentiti, come una calcolatrice nel Liceo Scientifico per la prova di matematica, o il vocabolario di greco o latino al Liceo Classico. I professori forniscono il necessario per lo svolgimento della prova, come i fogli protocolli. 

Durante la durata della prova puoi andare in bagno ma avrai delle regole a cui attenerti, ad esempio si può uscire uno alla volta. 

Se finisci prima dello scadere del tempo, puoi consegnare ed andare via, in ogni caso dovrai comunque attendere che sia passato almeno la metà del tempo previsto. Per intenderci, se la prova dura sei ore, non puoi consegnare prima che siano passate tre ore. 

È invece assolutamente vietato l’uso del cellulare! Se vieni scoperto a consultare lo smartphone o qualunque altro dispositivo elettronico connesso ad internet (tablet e smartwatch compresi) rischi l’esclusione dall’esame e la bocciatura. 

Tracce Seconda prova Maturità 2024

A differenza di quanto accade nella Prima Prova, nella Seconda Prova dell’esame di maturità non avrai la possibilità di scegliere tra più tracce. La Seconda Prova è specifica per l’indirizzo di studio e generalmente prevede una sola traccia, identica per tutti gli studenti dello stesso indirizzo in tutta Italia.

La traccia della Seconda Prova è mirata a valutare le competenze e le conoscenze in una delle materie caratterizzanti l’indirizzo di studio dell’alunno, come matematica per il Liceo Scientifico o lingue straniere per il Liceo Linguistico. 

Se vuoi saperne di più, ti consigliamo di dare un’occhiata all’archivio delle Tracce delle prove scritte del MIUR, per vedere cosa è già accaduto nel tuo liceo o nel tuo istituto professionale.

Guida pratica alla stesura della Seconda prova 

Ora vediamo cosa dovrai fare per svolgere la Seconda Prova con successo. 

Ecco alcuni consigli pratici per affrontare al meglio la Seconda Prova:

  • Leggi attentamente la traccia. Dedica i primi minuti dell’esame a leggere con attenzione la traccia. È importante capire bene ciò che viene richiesto, focalizzandoti su parole chiave e istruzioni specifiche. Una lettura superficiale può portarti a fraintendimenti che potrebbero costarti caro.
  • Pianifica il tuo tempo. La gestione del tempo è fondamentale. Suddividi il tempo a disposizione per ogni parte della prova, lasciando spazio anche per una revisione finale. Ricorda che alcuni compiti o alcune porzioni del compito potrebbero richiedere più tempo di altri. Tieni d’occhio l’orologio ma senza farlo diventare un’ossessione, ciò non farebbe altro che procurarti ansia e deconcentrarti. 
  • Organizza la struttura della risposta. Prima di iniziare a scrivere, prenditi un momento per organizzare la struttura della tua risposta. Un approccio strutturato aiuta a mantenere il focus e a non tralasciare aspetti importanti della traccia.
  • Elabora un abbozzo. Se la prova lo consente, è utile scrivere un abbozzo o un outline delle tue risposte. Questo ti permette di avere una visione d’insieme e di evitare ripetizioni o omissioni.
  • Utilizza correttamente il materiale consentito. Se puoi usare materiali come calcolatrici, tabelle, o vocabolari, abbi cura di averli con te e di utilizzarli in modo efficiente e non oltre il limite consentito, quindi non pensare di usare il vocabolario per nascondere appunti.
  • Rileggi e correggi. Se hai tempo, prima di consegnare, fai una revisione di ciò che hai scritto per correggere eventuali errori e migliorare dove necessario. Questo passo finale può fare la differenza.
  • Non sottovalutare la presentazione. Una scrittura chiara e ordinata, insieme a una buona organizzazione del testo, può migliorare l’impressione generale del tuo lavoro.

Ma soprattutto: resta concentrato e non farti divorare dall’ansia. Ricorda che non affronterai nulla di nuovo perché la traccia della seconda prova della Maturità dovrà riguardare un argomento che hai affrontato nel corso dell’anno scolastico. Dunque, niente panico. 

Il voto della Seconda Prova dell’Esame di Maturità

Il voto della Seconda Prova dell’esame di maturità viene assegnato secondo criteri ben definiti e contenuti all’interno di una griglia di valutazione fornita dal MIUR. 

Il punteggio massimo raggiungibile è di 20 punti.

Le griglie stabiliscono criteri precisi per la valutazione delle competenze e delle conoscenze dimostrate dagli studenti, come la correttezza delle risposte, la coerenza con la traccia, e la qualità dell’elaborato finale.

Per materie come le lingue classiche, è fondamentale la precisione nella traduzione, mentre per materie come la matematica, si valuta la correttezza dei calcoli e delle risposte. Oltre alla correttezza tecnica, dove previsto vengono valutati anche aspetti come la creatività, l’originalità e la qualità della presentazione.

Il voto proposto dal professore che corregge la prova viene poi discusso e approvato dalla commissione d’esame. 

Conclusioni

Abbiamo esplorato insieme tutto ciò che c’è da sapere sulla Seconda Prova di maturità: dalle date alle specifiche per liceo classico e scientifico, fino ai criteri di valutazione. 

Ci auguriamo che ora tutto ti sembri più chiaro e che tu ti senta più preparato ad affrontare questa importante prova. Sei pronto per questa sfida? Ricorda, la preparazione è la chiave per il successo!

Leggi anche: 

Accedi

[mepr-login-form use_redirect="true"]

Registrati

Accedi o Registrati

Il Manuale di Sopravvivenza alla Maturità 2024

Sta per arrivare il manuale che ha aiutato decine di migliaia di maturandi.

Iscriviti alla lista d’attesa per sapere quando sarà disponibile.