Maturità, Prima Prova Tipologia C: come svolgere il tema di attualità

Vuoi affrontare la prima prova di Tipologia C all’Esame di Maturità e senti già l’adrenalina? Respira, sei nel luogo ideale per sapere tutto, ma proprio tutto, su questa prova! In questo articolo ti offriremo una guida completa per affrontare con sicurezza il tema di attualità, tra le tracce dell’Esame di Maturità 2024. 

Ti accompagneremo attraverso ogni passaggio, dai suggerimenti pratici alla struttura del saggio, per aiutarti a esprimere al meglio le tue idee. 

E c’è di più: ti mostreremo un esempio svolto di tema di Tipologia C per darti una spinta in più. Preparati a scoprire come trasformare questa prova in un’opportunità per brillare. Iniziamo. 

Tracce Tipologia C: quante sono e cosa chiedono

Spieghiamo subito cosa si intende per Traccia di Tipologia C all’esame di Maturità: è il tema di attualità. 

Le tracce di Tipologia C per la prima prova dell’esame di maturità sono generalmente due, ognuna incentrata su un argomento diverso e stimolante. Queste tracce possono essere estratti da articoli di giornale, saggi, lettere aperte o altri tipi di testi che invitano a riflettere su argomenti contemporanei. 

Vuoi esempi di Tipologia C? L’anno scorso una delle tracce proposte era una lettera aperta indirizzata al Ministro Bianchi sugli esami di maturità, un testo che ha offerto agli studenti l’opportunità di esplorare e discutere le questioni legate al sistema educativo e agli esami di stato. L’altra traccia riguardava una riflessione sull’attesa nell’era dei messaggi istantanei come accade con applicazioni quali WhatsApp, un tema che stimolava una discussione sulle implicazioni psicologiche e sociali della tecnologia nella comunicazione moderna.

La varietà delle tematiche proposte sotto la Tipologia C ti permetterà di confrontarti con argomenti che vanno dal sociale al politico, dall’etico al tecnologico, offrendoti l’occasione di dimostrare la tua capacità di analisi critica e riflessione personale. 

Ti starai chiedendo cosa scrivere nella Tipologia C. Ebbene, dovrai sviluppare un saggio articolato e ben argomentato, dimostrando non solo la loro comprensione del testo proposto, ma anche la capacità di collegarlo a conoscenze personali, esperienze e letture. 

In questo modo, la Tipologia C si rivela un’opportunità unica per esprimere le tue opinioni su temi rilevanti, mostrando maturità di pensiero e sensibilità nei confronti di questioni contemporanee che hanno magari un impatto diretto sulla vita di tutti i giorni.

Leggi qui: Prima prova Maturità 2024: date e svolgimento, la guida completa

Come si fa la traccia di Tipologia C dell’Esame di Stato 

La traccia di Tipologia C dell’Esame di Stato, benché possa apparire più facile rispetto alle Tipologie A (analisi del testo) e B (testo argomentativo), non è meno insidiosa. Il nostro consiglio è di non sottovalutarla: anche se non richiede una preparazione specifica su un testo letterario o l’approfondimento di un argomento particolare, richiede comunque una buona padronanza dei temi di attualità e la capacità di sviluppare un’argomentazione coerente e ben strutturata.

Cosa scriere nella tipologia C? Dipende da ciò che ti chiede la traccia. Qui troverai alcuni  consigli per affrontare con successo la traccia di Tipologia C:

  1. Leggi attentamente testo e domanda. Inizia leggendo con attenzione il testo proposto e la domanda della traccia. Assicurati di capire il tema centrale e le specifiche richieste.
  2. Fai una riflessione iniziale. Dedicati a una riflessione iniziale sul tema. Pensa a come si collega con la tua esperienza personale, le tue conoscenze e le tue letture.
  3. Pianifica l’elaborato. Prima di iniziare a scrivere, pianifica la struttura del tuo saggio. Decidi quali punti vuoi affrontare e in quale ordine, ipotizza anche un titolo per ogni paragrafo di modo che potrai scrivere senza uscire fuori tema.
  4. Sviluppo. Nel tuo saggio, inizia con una breve introduzione che presenti il tema. Successivamente, sviluppa ogni punto nel dettaglio, supportando le tue affermazioni con esempi pertinenti.
  5. Usa esempi concreti. Integra nel tuo saggio esempi concreti, che possono essere tratti dalle tue esperienze personali, attualità, storia, letteratura o altre discipline.
  6. Concludi con delle riflessioni. Concludi il tuo saggio con una riflessione personale che riassuma i punti chiave e offra una tua visione o valutazione del tema.
  7. Rileggi e correggi. Una volta terminato, rileggi il tuo lavoro per correggere eventuali errori grammaticali e assicurarti che il testo sia chiaro e coerente.

Ricorda che la Tipologia C è un’opportunità per dimostrare non solo la tua capacità di analisi e riflessione, ma anche la tua sensibilità e maturità nel trattare temi rilevanti. Approccia la traccia con serietà, ma anche con la consapevolezza che è un’occasione per esprimere le tue idee e la tua visione del mondo.

Se invece non ti senti sicuro dei temi proposti, non disperare! Rileggi attentamente anche le tracce di Tipologia A e di Tipologia B e magari nell’analisi del testo o nel testo argomentativo potresti trovare maggiore sicurezza e consapevolezza di autori o tematiche affrontate. 

Leggi qui: Tipologia tracce prima prova: guida completa per la Maturità 2024

I possibili temi per la prima prova di attualità

È venuto ora il momento di fare qualche ipotesi sulle Tracce della Prima Prova di Tipologia C. Non abbiamo la palla di vetro, ma ci sono alcuni argomenti molto dibattuti che potrebbero entrare nell’esame di Maturità come tema di attualità. Eccone alcuni: 

  • 20 anni di Facebook. Potrebbe essere una riflessione su come i social media si sono evoluti e come hanno cambiato la società. Leggi qui: Tracce prima prova: i social network 20 anni dopo la nascita di Facebook
  • Il femminicidio, analisi di un fenomeno tragico. Potrebbe essere un modo per affrontare i cambiamenti sociali, la disuguaglianza tra uomo e donna, e la violenza in generale. Leggi qui: Tracce prima prova: femminicidio, analisi di un fenomeno 
  • Impatto del cambiamento climatico. Una riflessione sulle conseguenze del cambiamento climatico a livello globale e locale, con un focus sulle azioni necessarie per affrontare questa crisi ambientale.
  • La Pandemia di COVID-19 e le sue conseguenze. Un’analisi delle ripercussioni a lungo termine della pandemia di COVID-19 sulla società, l’economia e la salute mentale, considerando anche le lezioni apprese e le sfide future.
  • Le nuove frontiere dell’intelligenza artificiale. Potrebbe essere lo spunto per fare un’esplorazione delle implicazioni etiche, sociali e lavorative dell’avanzamento dell’intelligenza artificiale, includendo temi come la privacy, l’autonomia delle macchine e il futuro del lavoro.

Questi temi offrono un ampio spazio per riflessioni critiche e personali, permettendo agli studenti di esplorare questioni complesse e attuali, e di dimostrare la loro capacità di analisi e argomentazione.

Leggi qui: Tracce maturità 2024: gli anniversari da celebrare nella prima prova

Prima prova Tipologia C: esempio svolto

Vediamo un esempio svolto di un tema di attualità. Prenderemo a riferimento la Proposta B2 dell’esame di Maturità 2023. 

Traccia

PROPOSTA C2

Testo tratto da: Marco Belpoliti, Elogio dell’attesa nell’era di WhatsApp, in la Repubblica, 30 gennaio 2018

(https://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2018/01/31/elogio-dellattesa-nellera-whatsapp35.html)

«Non sappiamo più attendere. Tutto è diventato istantaneo, in “tempo reale”, come si è cominciato a dire da qualche anno. La parola chiave è: “Simultaneo”. Scrivo una email e attendo la risposta immediata. Se non arriva m’infastidisco: perché non risponde? Lo scambio epistolare in passato era il luogo del tempo differito.
Le buste andavano e arrivavano a ritmi lenti. Per non dire poi dei sistemi di messaggi istantanei cui ricorriamo: WhatsApp. Botta e risposta. Eppure tutto intorno a noi sembra segnato dall’attesa: la gestazione, l’adolescenza, l’età adulta. C’è un tempo per ogni cosa, e non è mai un tempo immediato. […]
Chi ha oggi tempo di attendere e di sopportare la noia? Tutto e subito. È evidente che la tecnologia ha avuto un ruolo fondamentale nel ridurre i tempi d’attesa, o almeno a farci credere che sia sempre possibile farlo.
Certo a partire dall’inizio del XIX secolo tutto è andato sempre più in fretta. L’efficienza compulsiva è diventato uno dei tratti della psicologia degli individui. Chi vuole aspettare o, peggio ancora, perdere tempo? […] Eppure ci sono ancora tanti tempi morti: “Si prega di attendere” è la risposta che danno i numeri telefonici che componiamo quasi ogni giorno. 
Aspettiamo nelle stazioni, negli aeroporti, agli sportelli, sia quelli reali che virtuali. Attendiamo sempre, eppure non lo sappiamo più fare. Come minimo ci innervosiamo. L’attesa provoca persino rancore. Pensiamo: non si può fare più velocemente?»

Nell’articolo di Marco Belpoliti viene messo in evidenza un atteggiamento oggi molto comune: il non sapere attendere, il volere tutto e subito.

A partire dal testo proposto e traendo spunto dalle tue esperienze, dalle tue conoscenze e dalle tue letture, rifletti su quale valore possa avere l’attesa nella società del “tempo reale”.

Puoi articolare il tuo elaborato in paragrafi opportunamente titolati e presentarlo con un titolo complessivo che ne esprima sinteticamente il contenuto

Esempio svolto di tema di attualità

L’Arte dell’Attesa in un Mondo Istantaneo

L’articolo di Marco Belpoliti, “Elogio dell’attesa nell’era di WhatsApp”, mette in luce una delle sfide più significative del nostro tempo: la difficoltà di attendere in un’epoca dominata dalla velocità e dall’istantaneità. Questa riflessione ci porta a esplorare il valore dell’attesa in un contesto sociale dove ogni secondo sembra contare e dove la pazienza diventa un’arte quasi dimenticata.

L’Impatto della tecnologia sull’attesa

La tecnologia, con i suoi strumenti di comunicazione istantanea, ha ridefinito le aspettative di risposta e interazione. Per un giovane o uno studente, questo significa vivere in un mondo dove l’attesa di una risposta via email da un professore, o un messaggio da un amico, diventa fonte di ansia se non avviene in tempo reale. La pressione di rispondere immediatamente e la frustrazione quando gli altri non lo fanno, dimostrano quanto l’attesa sia diventata un’esperienza estranea alla nostra cultura digitale.

L’attesa nella vita quotidiana 

Nella vita quotidiana, l’attesa si manifesta in diverse forme: dall’attesa di un autobus alla tensione prima di una prova importante. Questi momenti, spesso vissuti con impazienza, possono in realtà essere trasformati in opportunità di riflessione e crescita personale. L’attesa di un autobus, per esempio, può diventare un momento per disconnettersi dalla frenesia quotidiana e osservare il mondo intorno a sé, o per approfondire una lettura.

L’attesa come momento di preparazione e anticipazione

L’attesa di eventi significativi, come la maturità o la fine dell’anno scolastico, o più banalmente di un evento come un concerto, è spesso accompagnata da un misto di eccitazione e nervosismo. 

Questi periodi di attesa non sono solo vuoti da riempire, ma fasi cruciali di preparazione, riflessione e anticipazione. Vivere pienamente questi momenti può accrescere la soddisfazione e il senso di realizzazione quando l’evento tanto atteso finalmente si verifica.

L’attesa e la capacità di gestire l’incertezza

Un aspetto fondamentale dell’attesa è la capacità di gestire l’incertezza e l’ignoto. Nella vita di uno studente, ciò può tradursi nell’attesa dei risultati di un esame o di una risposta da un’università. Questi periodi di incertezza possono essere fonte di stress, ma anche di crescita personale, insegnando a gestire l’ansia e a sviluppare resilienza.

Conclusioni: riscoprire il valore dell’attesa

In conclusione, l’attesa, pur essendo spesso vista come un fastidio o uno spreco di tempo, nasconde in realtà un valore profondo. Essa ci insegna a rallentare, a riflettere, e a vivere pienamente il presente. 

Riscoprendo il valore dell’attesa, possiamo trovare un equilibrio più armonioso nella nostra vita, imparando a apprezzare ogni momento, sia esso di immediata realizzazione o di paziente attesa.

Conclusioni

Ci auguriamo che queste indicazioni ti abbiano chiarito come affrontare il tema di Tipologia C dell’Esame di Stato. Il successo in questa prova dipende dalla tua capacità di riflettere su temi di attualità, integrando le tue conoscenze personali e mostrando una maturità di pensiero. È una traccia che ti sfida a esprimere le tue idee e a dimostrare la tua comprensione del mondo attuale.

Ma se ti senti incerto riguardo a questa tipologia, ricorda che hai altre opzioni, come l’analisi del testo o il tema argomentativo. 

Qual è la tua preferenza per la prima prova? Se scegliessi la Tipologia C, quali temi di attualità ti intrigano di più e perché? La tua scelta può rivelare molto sulle tue passioni e sulle tue prospettive per il futuro.

Leggi anche:

Accedi

[mepr-login-form use_redirect="true"]

Registrati

Accedi o Registrati

Il Manuale di Sopravvivenza alla Maturità 2024

Sta per arrivare il manuale che ha aiutato decine di migliaia di maturandi.

Iscriviti alla lista d’attesa per sapere quando sarà disponibile.