Maturità, Prima Prova di Tipologia B: come svolgere il testo argomentativo

Sei alle prese con la prima prova di Tipologia B e senti la tensione? Niente paura, sei arrivato nel luogo ideale per prepararti! 

Qui ti forniremo tutte le informazioni essenziali per affrontare brillantemente un testo argomentativo nel corso dell’esame di Maturità. 

Ti accompagneremo attraverso ogni fase, offrendoti suggerimenti preziosi e comprensibili. In più, avrai a disposizione un esempio di testo argomentativo svolto. 

Dunque, prendi un bel respiro e continua a leggere: sei nel posto perfetto per apprendere come superare questa prova con fiducia e serenità!

Tracce Tipologia B: quante sono e cosa chiedono

Partiamo dal dire cos’è la Tipologia B: è il testo argomentativo.

Generalmente, nel giorno della prima prova dell’Esame di Maturità, vengono proposte tre tracce differenti, tra cui potrai scegliere quella che più ti ispira.

Le tracce di questa tipologia sono pensate per mettere alla prova le tue capacità di analisi, di argomentazione e di esposizione, valorizzando il tuo bagaglio culturale e le conoscenze acquisite durante gli anni di studio. Dovrai sviluppare un argomento, basandoti sul tuo sapere ma anche su informazioni raccolte attraverso varie fonti, come telegiornali, saggi, radio o il web.

Una delle tracce è generalmente a carattere storico, offrendoti così l’opportunità di esplorare e discutere temi legati alla storia e alla sua influenza sulla società contemporanea. Le altre due tracce possono variare in tema e natura, ma tutte richiedono agli studenti di elaborare un’argomentazione solida e ben strutturata.

In questa tipologia di prova, è fondamentale scegliere la traccia che senti più vicina ai tuoi interessi e conoscenze, in modo da poter sviluppare un saggio coerente e convincente. La capacità di esporre le tue idee in modo chiaro, logico e ben articolato è essenziale per ottenere un buon punteggio.

Leggi qui: Prima prova Maturità 2024: date e svolgimento, la guida completa

Come si fa a fare un testo argomentativo nella prima prova

Ti starai ora chiedendo come si fa un tema di Tipologia B? Vediamo subito qualche consiglio pratico su come si fa a fare un testo argomentativo nella prima prova della Maturità: 

  1. Inizia con una lettura attenta del testo e delle domande, concentrandoti sul comprendere la tesi dell’autore e i punti chiave.
  2. Analizza il testo collegandolo alle tue conoscenze ed esperienze. Rifletti su possibili argomenti a sostegno o in opposizione alla tesi esposta.
  3. Definisci la tua tesi personale sul tema, assicurandoti che sia chiara e ben formulata.
  4. Prepara una struttura per il tuo testo, suddividendolo in introduzione, sviluppo e conclusione.
  5. Nello sviluppo, usa argomentazioni solide e coerenti per supportare la tua tesi. Includi esempi concreti, dati o riferimenti pertinenti.
  6. Concludi il testo riassumendo i punti principali e riaffermando la tua tesi in modo convincente.
  7. Rileggi il tuo testo per correggere eventuali errori e verificare che sia logico, coerente e scorrevole.

Quanto deve essere lunga la tipologia B? Non c’è un minimo e neppure un massimo. Il consiglio che ci sentiamo di darti è di dosare il tempo che hai. La prima prova dura sei ore. Essere troppo sintetico non è mai una buona idea ma essere prolisso ti farà correre il rischio di uscire fuori tema e di aver bisogno di più tempo. 

La chiave di tutto è l’organizzazione. Con un’attenta pianificazione della struttura delle risposte, potrai svolgere il tuo testo argomentativo in serenità, senza dimenticare nulla e senza andare lungo con i tempi.

Leggi qui: Tipologia tracce prima prova: guida completa per la Maturità 2024

I possibili temi per la prima prova di testo argomentativo

Bene, ma quali temi potrebbero uscire alla prima prova? Ecco un elenco dei possibili temi per la Maturità 2024 per il testo argomentativo che potrebbero essere ispirati da anniversari storici, letterari, artistici e scientifici.

  • 100 anni dalla morte di Giacomo Matteotti. Un tema che potrebbe esplorare l’impatto del suo assassinio sulla storia italiana e il fascismo. Leggi qui: Tracce prima prova: Giacomo Matteotti e la democrazia a 100 anni dalla sua morte
  • 100 anni dalla morte di Lenin. Potrebbe concentrarsi sul suo ruolo nella rivoluzione russa e sulle sue teorie politiche, ma potrebbe anche coprire i risvolti attuali e il ruolo della Russia oggi nel mondo.
  • 120 anni dalla nascita di Robert Oppenheimer. Un tema che potrebbe discutere il suo contributo alla fisica e il suo ruolo nel Progetto Manhattan, e l’eterno dibattito tra etica e scienza. 
  • 150 anni dalla nascita di Guglielmo Marconi. Un argomento incentrato sui suoi contributi alla scienza delle comunicazioni e l’evoluzione della tecnologia.
  • 35 anni dalla caduta del Muro di Berlino. Potrebbe analizzare le conseguenze politiche e sociali della fine della Guerra Fredda.

Questi temi permettono di esplorare una vasta gamma di argomenti storici, politici e culturali, offrendo agli studenti l’opportunità di dimostrare le proprie capacità analitiche e argomentative.

Leggi qui: Tracce maturità 2024: gli anniversari da celebrare nella prima prova

Prima prova Tipologia B: esempio svolto

Vediamo un esempio svolto di testo argomentativo Prenderemo a riferimento la Proposta B2 dell’esame di Maturità 2023. 

Traccia

Testo tratto da: Piero Angela, Dieci cose che ho imparato, Mondadori, Milano, 2022, pp.113-114.

«In questo nuovo panorama, ci sono cambiamenti che “svettano” maggiormente rispetto ad altri. Uno è la diminuzione del costo relativo delle materie prime e della manodopera rispetto al “software”, cioè alla conoscenza, alla creatività. Questo sta succedendo anche in certe produzioni tradizionali, come quelle di automobili, ma soprattutto per i prodotti della microelettronica, come telefonini, tablet, computer. Si è calcolato che nel costo di un computer ben il 90% sia rappresentato dal software, cioè dalle prestazioni del cervello.
Quindi l’elaborazione mentale sta diventando la materia prima più preziosa. Uno studio della Banca mondiale ha recentemente valutato che l’80% della ricchezza dei paesi più avanzati è “immateriale”, cioè è rappresentata dal sapere. Ed è questo che fa la vera differenza tra le nazioni.
La crescente capacità di innovare sta accentuando quella che gli economisti chiamano la “distruzione creativa”, vale a dire l’uscita di scena di attività obsolete e l’ingresso di altre, vincenti. Pericolo a cui vanno incontro tante aziende che oggi appaiono solide e inattaccabili. Si pensi a quello che è successo alla Kodak, un gigante mondiale della fotografia che pareva imbattibile: in pochi anni è entrata in crisi ed è fallita. L’enorme mercato della pellicola fotografica è praticamente scomparso e la Kodak non è riuscita a restare competitiva nel nuovo mercato delle macchine fotografiche digitali. Dei piccoli cervelli creativi hanno abbattuto un colosso planetario.
Per questo è così importante il ruolo di chi ha un’idea in più, un brevetto innovativo, un sistema produttivo più intelligente. Teniamo presente che solo un sistema molto efficiente è in grado di sostenere tutte quelle attività non direttamente produttive (a cominciare da quelle artistiche e culturali) cui teniamo molto, ma che dipendono dalla ricchezza disponibile.»

Comprensione e analisi

Puoi rispondere punto per punto oppure costruire un unico discorso che comprenda le risposte a tutte le domande proposte.

  1. Riassumi il contenuto del brano e individua la tesi con le argomentazioni a supporto.
  2. Quali sono le conseguenze della cosiddetta ‘distruzione creativa’?
  3. Cosa intende Piero Angela con l’espressione ‘ricchezza immateriale’?
  4. Esiste un rapporto tra sistema efficiente e ricchezza disponibile: quale caratteristica deve possedere, a giudizio dell’autore, un ‘sistema molto efficiente’?

Produzione

Nel brano proposto Piero Angela (1928-2022) attribuisce un valore essenziale alla creatività umana nella corsa verso l’innovazione.

Condividi le considerazioni contenute nel brano? Elabora un testo in cui esprimi le tue opinioni sull’argomento organizzando la tua tesi e le argomentazioni a supporto in un discorso coerente e coeso.

Esempio svolto di testo argomentativo

Comprensione e analisi 

1.

Il brano di Piero Angela tratta del cambiamento nel panorama economico e produttivo, sottolineando come il valore si stia spostando dalle risorse materiali a quelle immateriali, come il sapere e la creatività. Angela evidenzia che in prodotti come i computer, la componente più significativa del costo è il software, simbolo della crescente importanza dell’elaborazione mentale e della conoscenza. Questo spostamento verso il valore immateriale si riflette anche in un fenomeno chiamato “distruzione creativa”, dove nuove innovazioni e idee rendono obsolete le industrie esistenti, come dimostrato dall’esempio della Kodak, un tempo gigante della fotografia che ha fallito nel passaggio al digitale. La tesi principale del brano è quindi che la conoscenza e l’innovazione stanno diventando le risorse più preziose, superando in importanza le risorse materiali tradizionali.

2.

La “distruzione creativa” porta al declino di settori e aziende che non riescono a innovarsi o adattarsi ai cambiamenti tecnologici e di mercato. Questo processo provoca un rinnovamento economico, dove le vecchie industrie vengono sostituite da nuove, spesso più efficienti e basate su tecnologie avanzate.

Tuttavia, può anche portare a perdite di posti di lavoro nel breve termine e richiede una costante adattabilità da parte dei lavoratori e delle imprese.

3.

Con “ricchezza immateriale”, Angela si riferisce a beni non tangibili come la conoscenza, le competenze, la creatività e l’innovazione.

Questa forma di ricchezza è diventata fondamentale nelle economie avanzate, dove la maggior parte del valore generato proviene da elementi immateriali come brevetti, software, design e idee innovative, piuttosto che dalla produzione fisica di beni.

4.

Secondo Angela, un “sistema molto efficiente” deve essere in grado di sostenere sia le attività produttive che quelle non direttamente produttive, come quelle artistiche e culturali. 

Questo implica un’economia che non solo produce beni e servizi in modo efficiente, ma che anche distribuisce e utilizza le risorse in modo tale da supportare un ampio spettro di attività umane, compresi i settori culturali e artistici. 

Un sistema efficiente, quindi, non si limita solo all’efficienza produttiva, ma include anche l’efficienza nella distribuzione della ricchezza e nel supporto alla qualità della vita.

Produzione

Concordo con le osservazioni di Piero Angela sull’importanza fondamentale della creatività umana nell’innovazione. Nella società contemporanea, dove il progresso tecnologico e la globalizzazione stanno rapidamente trasformando il nostro modo di vivere e di lavorare, la creatività emerge come un asset inestimabile.

La creatività umana è il motore principale dell’innovazione, in quanto permette non solo di generare nuove idee, ma anche di applicarle in modi che trasformano industrie intere. Prendendo ad esempio l’impatto crescente dell’intelligenza artificiale (IA), vediamo come la creatività umana sia fondamentale nel determinare come questa tecnologia può essere utilizzata per risolvere problemi complessi, migliorare l’efficienza e creare nuovi prodotti e servizi. Tuttavia, è importante notare che l’IA in sé non sostituisce la creatività umana, ma piuttosto la amplifica, offrendo strumenti e analisi che possono ispirare ulteriori innovazioni.

Inoltre, la creatività è vitale nell’affrontare sfide globali come il cambiamento climatico, la gestione sostenibile delle risorse e lo sviluppo sociale. La capacità di pensare in modo creativo e innovativo è essenziale per trovare soluzioni sostenibili ed efficaci a questi problemi. La creatività non è solo un mezzo per generare nuove idee, ma anche per reinterpretare e adattare le soluzioni esistenti a contesti e sfide nuove.

Un altro aspetto da considerare è l’importanza della creatività nella resilienza economica. Nell’era della “distruzione creativa”, come evidenziato dall’esempio della Kodak nel testo di Angela, le aziende devono continuamente innovarsi per rimanere competitive. La creatività non solo aiuta le imprese a sviluppare nuovi prodotti e servizi, ma permette anche di ripensare i modelli di business e le strategie di mercato.

In conclusione, la creatività umana è una risorsa indispensabile nell’era moderna, fungendo da catalizzatore per l’innovazione, la risoluzione di problemi globali e la crescita economica. È importante che la società continui a valorizzare e a coltivare questa creatività, assicurando che sia integrata in tutti gli aspetti dell’educazione e dello sviluppo professionale, per affrontare le sfide del futuro con successo.

Conclusioni

Speriamo che queste informazioni ti siano state utili per comprendere come si fa il tema di Tipologia B dell’Esame di Stato. 

Ricorda, il segreto del successo in questa prova risiede nella capacità di analizzare e discutere un tema in maniera approfondita e argomentata, sfruttando le tue conoscenze e le tue capacità di riflessione critica. 

Se non ti senti ancora sicuro su questo tipo di traccia, potresti considerare le altre opzioni, come l’analisi del testo o il tema di attualità. 

Qual è la tua scelta preferita per la prima prova? E se optassi per il testo argomentativo, quale argomento ti piacerebbe affrontare?

Leggi anche:

Accedi

[mepr-login-form use_redirect="true"]

Registrati

Accedi o Registrati

Il Manuale di Sopravvivenza alla Maturità 2024

Sta per arrivare il manuale che ha aiutato decine di migliaia di maturandi.

Iscriviti alla lista d’attesa per sapere quando sarà disponibile.