Come sarà l’esame di maturità 2022: tutto quello che c’è da sapere

Pubblicato il 2 Marzo, 2022 Scritto da maturansia.it MATURITÀ Nessun commento
Come sarà l’esame di maturità 2022
manuale

Ormai mancano circa 4 mesi. Dopo tutte le news che si sono susseguite nelle settimane scorse, è venuto il momento di fare il punto e chiarire come sarà l’esame di maturità 2022.

Come sarà l’esame di maturità 2022: tornano le prove scritte

La prima novità rispetto al 2020 e al 2021 è il ritorno delle prove scritte. Se nei due anni precedenti gli studenti maturandi si sono cimentati “solo” con un lungo colloquio orale, il 2022 segna il ritorno della maturità “classica”.

La prima prova: il tema di italiano

La prima prova sarà il tema di italiano. Il MIUR predisporrà 7 tracce che saranno rese note la mattina stessa del giorno dell’esame, il 22 giugno 2022. Ci sarà l’imbarazzo della scelta tra:

  • 2 tracce di analisi del testo;
  • 2 tracce per il tema di attualità;
  • 3 tracce per il testo argomentativo.

Questa prova varrà 15 punti.

ticketone

La seconda prova: la materia di indirizzo

Il giorno dopo si terrà la seconda prova, che non sarà decisa dal MIUR ma disposta dalle commissioni d’esame (che saranno interne con il solo presidente esterno). Questa prova verterà sulla materia di indirizzo. Da quanto emerso nella bozza di ordinanza che disciplinerà l’esame di stato 2022, il docente di riferimento potrà creare tre tracce, e il giorno dell’esame sarà sorteggiata quella che dovranno affrontare gli studenti.  

Questa prova vale 15 punti

Il colloquio orale

Ci sarà poi il colloquio orale che partirà dall’analisi di materiale scelto dalla commissione: sarà un testo, un documento, un’esperienza, un progetto o un problema. Sarà la commissione a fare in modo che lo studente interagisca con tutte le discipline.

A questa prova sono assegnati 20 punti.

Il punteggio

Di fatto è cambiata l’assegnazione dei punti, che dà più peso al percorso scolastico e meno all’esame.

L’attribuzione dei crediti infatti è “50:50”, 50 punti saranno assegnati durante l’esame, 50 derivano invece dai risultati conseguiti in classe.

La battaglia contro la seconda prova scritta

Tutto definito? No, perché proprio in questi giorni è il Parlamento che si sta pronunciando sull’Esame di Maturità. Dopo le proteste degli studenti, al Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi stanno arrivando le richieste di diversi deputati di eliminare la seconda prova. Alcuni esponenti del Partito Democratico, infatti, vorrebbero o eliminare del tutto la seconda prova, oppure depotenziarla. Questo vorrebbe dire attribuirle un punteggio inferiore ai 15 punti attuali. Questo è quanto riporta Italia Oggi.

Dunque, ancora non è del tutto definito come sarà l’esame di maturità 2022. C’è ancora spazio per ulteriori cambiamenti.

Molti studenti non hanno accolto favorevolmente né il ritorno delle prove scritte, né tantomeno l’istituzione della seconda prova. Si tratta del resto degli stessi studenti che per tre anni hanno affrontato didattica a distanza, quarantene, lezioni in presenza e poi in isolamento. Hanno accusato più dei loro colleghi maggiori i disagi causati dalla pandemia nel mondo della scuola. Ma a differenza dei maturandi 2020 e 2021, che hanno dovuto affrontare solo l’orale, loro dovranno fare l’esame nella versione pre-pandemica. Come se il Covid non fosse mai esistito. E invece il Covid c’è ancora nonostante le lezioni siano tornate in presenza, salvo eccezioni.

manuale
Ti potrebbe interessare anche:
Bonus cultura per i nati nel 2002
maturità 2021
bonus cultura amazon
esami di maturità 2021

Sono presenti 2 commenti

  1. Lucrezia Marzella
    #

    Sono contro

  2. Teresa Marie
    #

    bravi, chiari e precisi anche x chi la maturità l’ha fatta ante 68 e ante riforme varie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *