Come affrontare il primo colloquio di lavoro con successo

Sei in procinto di affrontare l’esame di maturità ma già guardi oltre e ti stai chiedendo come sarà il mondo del lavoro? Uno dei primi passi sarà affrontare il tuo primo colloquio di lavoro. 

In questo articolo, ti guideremo su come prepararti al meglio e su cosa dire di fronte a un selezionatore. Scopriremo insieme le domande tipiche, come gestire le domande trabocchetto e come presentarti se non hai esperienza lavorativa pregressa. 

Preparati a fare un’ottima impressione nel tuo primo grande incontro professionale!

Come prepararsi al primo colloquio di lavoro

Dopo la maturità potresti volere un lavoro part time mentre studi all’università. Oppure potresti ritenerti pronto ad uno dei lavori del futuro senza laurea che stanno spopolando tra i ragazzi come te. In ogni caso, dovrai inviare una candidatura e tenerti pronto ad affrontare un colloquio di selezione. 

Il primo errore da non fare in vista del primo colloquio di lavoro senza esperienza, è arrivare anche senza preparazione. Non avendo esperienze dovrai puntare tutto sull’impressione che farai al selezionatore.

Prepararsi adeguatamente per il tuo primo colloquio di lavoro è fondamentale. Questo non solo aumenta le tue possibilità di successo, ma ti aiuta anche a sentirti più sicuro. 

Ecco alcuni consigli su come farlo.

Informati sull’azienda

Prima di tutto, è importante fare una ricerca approfondita sull’azienda con cui avrai il colloquio. Visita il sito web, conosci la loro storia, i valori, i prodotti o i servizi che offrono e le ultime notizie che li riguardano. 

In un colloquio di lavoro devi aspettarti domande trabocchetto. Se ti chiedessero domande tipo “Cosa sai della nostra azienda?” devi poter dimostrare di esserti informato adeguatamente.

Prepararsi alle domande con il metodo STAR

Una tecnica utile per rispondere alle domande del colloquio è conoscere e utilizzare il metodo STAR (Situazione, Task, Azione, Risultato). Questo metodo ti aiuta a strutturare le tue risposte in modo chiaro e coerente. 

Per esempio, se ti viene chiesto di descrivere una situazione in cui hai dimostrato leadership, inizia descrivendo la Situazione, poi il Task (compito) che dovevi svolgere, seguito dall’Azione che hai intrapreso e infine parla del Risultato ottenuto. 

Questo approccio rende le tue risposte più convincenti e organizzate. In vista del colloquio, rifletti sulle occasioni che hai avuto in passato per dimostrare le tue competenze e applica il metodo STAR per strutturare le risposte. 

Prepara le tue domande

Non pensare al colloquio di lavoro come ad un esame in cui l’esaminatore chiede e tu rispondi. Si chiama colloquio proprio perché è un dialogo a due vie. Per questo, dovrai pensare e prepararti alcune domande da fare al selezionatore che riguardino l’azienda, il ruolo che andresti a ricoprire o le prospettive di carriera, ad esempio. 

Prepararsi e fare delle domande dimostra la tua curiosità e il tuo interesse per la posizione.

Esercitati a parlare

Sei teso per il tuo primo colloquio di lavoro e hai paura di balbettare, o di perdere il filo del discorso per la troppa emozione? La soluzione c’è. Pensa alle tue risposte e fai pratica ad alta voce, magari davanti a uno specchio o con un amico.

Questo ti aiuterà a sentirti più a tuo agio durante il colloquio reale.

Vestirsi bene

L’abbigliamento è un altro aspetto di fondamentale importanza. Anche se non hai esperienza lavorativa, vestirsi in modo professionale per il colloquio è un segno di rispetto verso il selezionatore e l’azienda. 

Non è necessario indossare un abito formale, non servono necessariamente giacca, cravatta, tacchi o tailleur. Il nostro consiglio è di scegliere un outfit che sia pulito, ordinato e adatto al contesto aziendale. Pensa prima a quello che vorrai indossare, non arrivare alla mattina dell’appuntamento con l’incubo da “non so cosa mettermi” o non farai che aggiungere ansia ad altra ansia. 

gestualità durante il colloquio di lavoro
Attenzione alla gestualità durante il colloquio di lavoro

Consigli per affrontare il colloquio di lavoro

Una volta che hai preparato tutto per il tuo primo colloquio di lavoro, è fondamentale sapere come comportarsi durante l’incontro. Ecco alcuni aspetti da tenere in considerazione:

Puntualità

Arrivare puntuale è essenziale. Questo mostra rispetto per il tempo del selezionatore e dimostra la tua affidabilità. Idealmente, arriva 10-15 minuti prima dell’orario previsto. 

Se per qualche motivo sei in ritardo, assicurati di avvisare l’azienda il prima possibile. Il segreto per evitare ritardi è organizzarsi con cura: studia il percorso di arrivo, valuta possibili ostacoli e se necessario, anticipa la partenza. 

Condividere esperienze e soft skills

Cosa dire durante un colloquio di lavoro? Per prima cosa, è importante parlare delle tue esperienze, anche se non strettamente legate al lavoro, come progetti scolastici, volontariato o hobby. 

Queste esperienze possono evidenziare le tue soft skills, come la capacità di lavorare in team, la leadership o la gestione del tempo. Non aver paura di parlare delle tue passioni o dei momenti in cui hai dovuto affrontare delle sfide; questi racconti possono essere molto efficaci.

Fai le domande giuste

Come detto prima, un colloquio è un dialogo, per cui è importante che sia anche tu a porre domande al selezionatore. Fare domande pertinenti è un segno di interesse verso l’azienda e la posizione offerta

Potresti chiedere dettagli sul ruolo, sui progetti in corso, sulla cultura aziendale o sulle aspettative di crescita. Questo dimostra che hai fatto i tuoi compiti e che sei seriamente interessato a lavorare con loro.

Mostrare entusiasmo

L’entusiasmo può fare la differenza. Mostrati entusiasta e positivo riguardo all’opportunità di lavorare con l’azienda. 

L’atteggiamento con cui affronti il colloquio può influenzare la percezione che il selezionatore avrà di te.

Rispondere con onestà

Se ti vengono poste domande sulle tue competenze o esperienze, rispondi onestamente. Se non hai esperienza in un determinato settore, è meglio ammetterlo e mostrare la tua volontà di imparare, piuttosto che rischiare di essere colto in fallo successivamente. 

Ricorda, un primo colloquio di lavoro senza esperienza non è solo una valutazione delle tue competenze, ma anche della tua personalità e del tuo potenziale. 

Linguaggio non verbale

Ciò che non dici potrebbe essere altrettanto importante quanto ciò che dici: il linguaggio non verbale gioca un ruolo molto importante durante il colloquio di lavoro, spesso comunicando più delle parole stesse. Ecco alcune tips per gestirlo efficacemente:

  • Mantieni un contatto visivo equilibrato con il selezionatore, servirà a dimostrare sicurezza e sincerità. Evita di fissare, ma cerca di non abbassare troppo spesso lo sguardo, poiché potrebbe trasmettere insicurezza o disinteresse.
  • Tieni una postura aperta e rilassata, trasmette fiducia. Siediti dritto, ma senza rigidità, e evita di incrociare le braccia o le gambe, poiché potrebbe essere interpretato come una chiusura.
  • Utilizza con consapevolezza i gesti, perchè possono aiutarti a enfatizzare ciò che dici. Usa le mani per esprimere i tuoi punti, ma in modo controllato. Gesti troppo ampi o nervosi possono distrarre o trasmettere ansia.
  • Dimostra che stai ascoltando attivamente annuendo a volte e mostrando espressioni che corrispondono a ciò che viene detto. Questo aiuta a stabilire una connessione con il selezionatore.
  • Gestisci le tue emozioni. È naturale essere un po’ nervosi, ma cerca di controllare i segnali di nervosismo come tamburellare le dita o agitare le gambe. Prendere profondi respiri prima del colloquio può aiutare a calmare i nervi.

Cosa aspettarsi dopo un colloquio di lavoro

Al termine del tuo primo colloquio di lavoro, ringrazia il selezionatore per il tempo che ti ha dedicato. Dopo, ci saràuna fase di attesa. L’azienda valuterà tutti i candidati e questo può richiedere del tempo.

Potresti ricevere una risposta immediata o dover attendere alcune settimane. Se non ricevi notizie entro il tempo indicato, è consigliabile inviare una mail per chiedere aggiornamenti.

Conclusioni

In conclusione, prepararsi adeguatamente per un colloquio di lavoro è essenziale. Ricordati che la preparazione non riguarda solo le tue competenze professionali, ma anche come ti presenti e come interagisci. Seguendo i nostri consigli puoi aumentare notevolmente le tue possibilità di fare un’ottima impressione. Ricorda che ogni colloquio è un’esperienza di apprendimento, indipendentemente dal suo esito.

Ora, dicci di te: quali sono le tue esperienze con i colloqui di lavoro? Sei pronto ad affrontare il tuo primo grande colloquio? Condividi le tue storie e i tuoi pensieri con noi. Non vediamo l’ora di leggere le tue esperienze e ti auguriamo il meglio per il tuo percorso professionale!

Accedi

[mepr-login-form use_redirect="true"]

Registrati

Accedi o Registrati

Il Manuale di Sopravvivenza alla Maturità 2024

Sta per arrivare il manuale che ha aiutato decine di migliaia di maturandi.

Iscriviti alla lista d’attesa per sapere quando sarà disponibile.