Carta Cultura Giovani, come richiederla

Ci siamo! Finalmente sono state emanate le regole per richiedere la Carta Cultura Giovani, il bonus da 500 euro, che da quest’anno sostituisce il precedente bonus cultura accessibile tramite 18app.

Il Decreto Ministeriale n° 225 del 29.12.2023 arrivato da pochi giorni in Gazzetta Ufficiale spiega finalmente le modalità per ottenere la Carta della cultura Giovani e la Carta del merito, le due agevolazioni che sostituiscono il Bonus Cultura per i nati dal 2005. 

Entriamo nel dettaglio.

Carta Cultura Giovani, a chi spetta

La Carta Cultura Giovani è un bonus da 500 euro, ma, a differenza del precedente bonus cultura, non sarà indistintamente erogato a tutti i 18enni. Questa agevolazioni è concessa a:

  • Residenti nel territorio nazionale 
  • appartenenti a nuclei familiari con ISEE non superiore a 35.000 euro

La carta, si legge nel decreto “è assegnata e utilizzabile nell’anno successivo a quello del compimento del diciottesimo anno di età”. Questo vuol dire che potranno fare richiesta i nati nel 2005 che hanno compiuto 18 anni nel 2023. 

Come ottenere la Carta Cultura Giovani

Per richiedere la Carta Cultura Giovani, bisognerà iscriversi all’apposita piattaforma online, tramite SPID o CIE. Questo serve a fare in modo che si possa verificare l’età del richiedente. 

La registrazione può essere effettuata a partire dal 31 gennaio e fino al 30 giugno dell’anno successivo al compimento dei 18 anno, quindi ci sono 5 mesi di tempo per richiedere il bonus. 

Un momento, dove bisogna registrarsi? Va in soffitta 18app, la piattaforma utilizzata finora, ed entra in scena direttamente il portale cartegiovani.cultura.gov.

La procedura di registrazione: è semplice: Accedi al portale con CIE o SPID, sarai automaticamente registrato se ritenuto idoneo.

A questo punto puoi iniziare a generare i buoni da spendere per i beni previsti.

Come spendere la Carta Cultura Giovani

La Carta Cultura Giovani avrà un importo di 500€ che può essere speso per l’acquisto di:

  • biglietti per rappresentazioni teatrali e cinematografiche e spettacoli dal vivo;
  • libri; 
  • abbonamenti a quotidiani e periodici anche in formato digitale; 
  • musica registrata; 
  • prodotti dell’editoria audiovisiva; 
  • titoli di accesso a musei, mostre ed eventi culturali, monumenti, gallerie, aree archeologiche, parchi naturali;
  • corsi di musica; 
  • corsi di teatro; 
  • corsi di danza; 
  • corsi di lingua straniera.

La Carta Cultura Giovani non può essere spesa per: 

  • videogiochi, 
  • video-corsi aventi contenuto diverso da quelli indicati sopra,
  • abbonamenti per l’accesso a canali o piattaforme che offrono contenuti audiovisivi. 

Tradotto in parole semplici: niente videogame, video corsi vari e niente Netflix. 

Per creare un buono da spendere su uno dei beni elencati, segui questi passaggi:

  1. Entra nel portale dopo aver effettuato la registrazione,
  2. Nella sezione Il mio portafoglio, clicca su Crea buono,
  3. Scegli la tipologia di bene di cui vuoi usufruire (libri, musei, concerti…),
  4. Scegli tra abbonamento/card o biglietto di ingresso,
  5. Digita l’importo del buono,
  6. Clicca su Crea buono,
  7. Otterrai un QR code o un codice univoco da poter registrare sullo store online o consegnare al negozio fisico dove effettuerai l’acquisto.

Carta Cultura Giovani, come richiederla | Maturansia

È interessante il fatto che sul portale Cartegiovani del Ministero della Cultura ci sia un’apposita sezione dove puoi trovare i negozi fisici che accettano il buono. Inserisci la provincia o il CAP per trovare quello più vicino a te.

Le carte sono utilizzabili entro il 31 dicembre dell’anno della registrazione. Anche qui notiamo una differenza rispetto al precedente Bonus Cultura che aveva una durata più ampia. 

La Carta Cultura Giovani è personale: solo il titolare può spenderla e non può cederla. 

Non potrai neppure farla convertire in contanti per spenderla a tuo piacimento. Detto altrimenti: non pensare di venderla!

“E se compro qualcosa con la Carta Cultura Giovani e poi voglio cambiarlo?” Puoi farlo a patto che compri uno dei beni o servizi elencati precedentemente tra quelli ammissibili e non altro. 

In caso di violazioni, la carta Culuta Giovani può essere sospesa e sarai obbligato a restituire gli importi che hai usato per le cosiddette “spese inammissibili”. 

Conclusioni

Se anche tu rientri tra i nati del 2005, e hai un reddito inferiore ai 35.000 euro, potrai richiedere la Carta Cultura Giovani. 

Come la utilizzerai? 

Ricorda che non è tutto: se ti impegni all’esame di maturità e otterrai il massimo dei voti, potrai richiedere la Carta del Merito, un ulteriore bonus da 500€ che è cumulabile con la Carta Cultura Giovani. Vale la pena impegnarsi, no? 

Accedi

[mepr-login-form use_redirect="true"]

Registrati

Accedi o Registrati

Il Manuale di Sopravvivenza alla Maturità 2024

Sta per arrivare il manuale che ha aiutato decine di migliaia di maturandi.

Iscriviti alla lista d’attesa per sapere quando sarà disponibile.