Home
»
»
»

Di cosa parleremo

La sconfitta nella Grande Guerra e la cocente umiliazione a cui il popolo fu sottoposto dai vincitori gettarono la neonata Repubblica tedesca in una profonda crisi economica e sociale.

Numerosi furono i tentativi di colpo di Stato, e numerose furono le riforme che la Repubblica di Weimar tentò, invano, di attuare.

L’ondata di ultranazionalismo era troppo forte da contenere, e ben presto, l’ordine democratico in Germania crollò.

Adolf Hitler prese rapidamente il potere, e instaurò in pochi mesi un regime totalitario che avrebbe scosso le fondamenta del mondo negli anni a venire.

Timeline

9 Novembre 1918: fine della Grande Guerra, nasce la Repubblica di Weimar;

19 Gennaio 1919: è approvata la Costituzione della Repubblica Federale di Germania;

1920: Colpo di Stato Di Wolfgang Kapp a Berlino; fallimento della sovversione;

1923: Putsch di Monaco, Adolf Hitler tenta di prendere il potere; le forze di polizia bloccano la rivoluzione e Hitler viene arrestato;

1929: la Crisi del ’29 si abbatte sulla Germania; profonda recessione economica e radicalizzazione delle opposizioni; l’estrema destra avanza nei consensi;

1930: l’SPD rimane alla guida del paese, ma alle elezioni Hitler ottiene il 18,3% dei voti;

1932: nuove elezioni, Hitler ottiene la maggioranza con il 37,4% e riceve dal Presidente Hindenburg il compito di formare il governo;

27 Febbraio 1933: Incendio del Reichstag, Hitler ne approfitta per dichiarare lo Stato d’Emergenza; inizia la “nazificazione” della Germania;

30 Giugno 1934: “Notte dei lunghi coltelli”, epurazione di tutte le personalità scomode al regime nazista; vengono assassinate oltre 150 persone;

2 Agosto 1934: muore il Presidente Hindenburg; Hitler si autoproclama Fuhrer del Terzo Reich;

1935: emanazione delle Leggi di Norimberga, viene d...

Questo contenuto è riservato agli iscritti al portale.

ISCRIVITI o ACCEDI al tuo profilo.