1. Origine del terremoto

1. Origine del terremoto

1. Definizione di terremoto

Un terremoto è l’effetto di un movimento violento che si origina all’interno della crosta terrestre: qui gli ammassi rocciosi si trovano normalmente in uno stato di equilibrio e, quando questo stato viene turbato, le rocce assorbono gli sforzi, grazie alla loro resistenza, fino all’estremo limite di rottura; raggiunto questo limite si generano improvvisamente fratture e scorrimenti che manifestano i loro effetti in superficie sotto forma di brusche scosse. La zona interna del globo in cui si origina un terremoto si chiama ipocentro.

Secondo la profondità dell’ipocentro, si distinguono tre tipi di terremoto:

  • terremoti superficiali, con ipocentri a una profondità massima di 60 km;
  • terremoti intermedi, con ipocentro tra i 60 km e i 300 km di profondità;
  • terremoti profondi, il cui ipocentro si trova tra i 300 km e i 700 km di profondità.

L’area terrestre posta sulla verticale dell’ipocentro si chiama epicentro, ed è quella in cui si verificano le più disastrose distruzioni.

L’intensità delle scosse sismiche che si avvertono nella zona dell’epicentro è tanto più forte quanto più l’ipocentro è prossimo alla superficie terrestre; man mano che la profondità dell’ipocentro aumenta, l’effetto distruttivo del terremoto si attenua. 

2. Perché avvengono i terremoti?

Sempre gli uomini si sono rivolti questa domanda. Nell’antichità si pensò a qualche divinità infuriata contro gli uomini; poi il fenomeno venne studiato scientificamente. I primi progressi veri e propri si ebbero nell’Ottocento. Vediamo, con l’aiuto della moderna geologia, che cosa c’è all’origine dei terremoti. La Terra, che ci può sembrare tanto vecchia (quasi 5 miliardi di anni) in realtà è un pianeta abbastanza giovane. Miliardi di anni sono un attimo nel grande universo in cui viviamo. Ebbene, i terremoti sono semplicemente la conseguenza di un continuo processo di assestamento della crosta terrestre ancora molto lontana dal suo assetto definitivo, soprattutto in certe zone (le zone sismiche).

Possiamo quindi definire un terremoto, o sisma, come un insieme di vibrazioni naturali del suolo, provocate dalla liberazione repentina di energia meccanica all’interno della litosfera.

Le cause dei terremoti sono molteplici. Possono avvenire terremoti da crollo, causati dal cedimento di una volta di una grotta o di una caverna, provocando vibrazioni di debole intensità; i terremoti da esplosione, dovuti da detonazioni di dispositivi chimici o nucleari nel sottosuolo; terremoti vulcanici, provocati dal magma nel sottosuolo; terremoti tettonici, derivanti da masse rocciose che si fratturano improvvisamente in zone della litosfera sottoposte a forti tensioni, per opera di forze che agiscono all’interno della Terra.

origine del terremoto
Terremoto da crollo, Fonte: https://www.gmpe.it/
origine del terremoto
Terremoto tettonico, Fonte: https://www.focus.it/

Accedi

[mepr-login-form use_redirect="true"]

Registrati

Accedi o Registrati

Il Manuale di Sopravvivenza alla Maturità 2024

Sta per arrivare il manuale che ha aiutato decine di migliaia di maturandi.

Iscriviti alla lista d’attesa per sapere quando sarà disponibile.