Home
»
»
»

1. Descrizione

Il campo magnetico terrestre è un dipolo magnetico, con il polo magnetico S vicino al polo nord geografico terrestre e l'altro polo magnetico vicino al polo sud geografico terrestre. Questo rende la bussola utilizzabile per la navigazione. Un campo magnetico si estende all'infinito, anche se si indebolisce con la distanza dalla sua sorgente. Il campo magnetico terrestre, chiamato anche campo geomagnetico, che si estende efficacemente per diverse decine di migliaia di chilometri nello spazio, forma la magnetosfera terrestre.

La Terra è in gran parte protetta dal vento solare, un flusso di particelle cariche energetiche che emanano dal Sole, dal suo campo magnetico, che devia la maggior parte delle particelle cariche. Alcune delle particelle cariche del vento solare sono intrappolate nella fascia di radiazione di Van Allen. Un numero minore di particelle del vento solare riesce a viaggiare, come su una linea di trasmissione di energia elettromagnetica, verso l'atmosfera superiore e la ionosfera terrestre nelle zone aurorali. L'unico momento in cui il vento solare è osservabile sulla Terra è quando è abbastanza forte da produrre fenomeni come l'aurora e le tempeste geomagnetiche. Le aurore luminose riscaldano fortemente la ionosfera, causando l'espansione del suo plasma nella magnetosfera, aumentando le dimensioni della geosfera del plasma e causando la fuga della materia atmosferica nel vento solare. Le tempeste geomagnetiche si verificano quando la pressione dei plasmi contenuti all'interno della magnetosfera è sufficientemente grande da gonfiare e quindi distorcere il campo geomagnetico.

Il vento solare è responsabile della forma generale della magnetosfera terrestre e le fluttuazioni della sua velocità, densità, direzione e campo magnetico trascinato influenzano fortemente l'ambiente spaziale locale della Terra. Ad esempio, i livelli di ...

Questo contenuto è riservato agli iscritti al portale.

ISCRIVITI o ACCEDI al tuo profilo.